333 1112323
insiemeinmoto.trezzo@gmail.com

BEATIFICAZIONE

“Questa è la storia di Giulia Gabrieli, 14 anni, malata di tumore. Sappiate fin da subito che Giulia ce l’ha fatta. È vero, non è guarita: è morta la sera del 19 agosto, a casa sua, nel quartiere di San Tomaso de’ Calvi, a Bergamo, proprio mentre alla Gmg di Madrid si concludeva la Via Crucis dei giovani. Eppure ce l’ha fatta. Ha trasformato i suoi due anni di malattia in un inno alla vita, in un crescendo spirituale che l’ha portata a dialogare con la sua morte: «Io ora so che la mia storia può finire solo in due modi: o, grazie a un miracolo, con la completa guarigione, che io chiedo al Signore perché ho tanti progetti da realizzare. E li vorrei realizzare proprio io. Oppure incontro al Signore, che è una bellissima cosa. Sono entrambi due bei finali. L’importante è che, come dice la beata Chiara Luce, sia fatta la volontà di Dio». Giulia era fatta così: diceva queste cose enormi, che a noi adulti tremolanti sembrano impronunciabili, con la lievità dei suoi 14 anni. Eppure era una ragazza normale. Anzi, rivendicava spesso la sua normalità: era bella, solare, genuinamente teatrale, amava viaggiare, vestirsi bene e adorava lo shopping.
Un’esplosione di raffinata vitalità, che la malattia, misteriosamente, non ha stroncato, ma amplificato.”

“L’Eco di Bergamo” il 30 agosto 2011

Dalla scomparsa di Giulia si sono susseguite testimonianze, mail e racconti di vite segnate e cambiate dall’incontro con la storia di Giulia, dando così il via all’iter che ha portato all’apertuta della causa di beatificazione.

Chiara è stata dichiarata “serva di Dio” il 7 aprile 2019 presso il Santuario della Madonna dei Campi di Stezzano, dal Vescovo Francesco Beschi, in presenza del Postulatore Fra Carlo Calloni e del vice-postulatore don Mattia Tomasoni.