333 1112323
insiemeinmoto.trezzo@gmail.com

I NOSTRI PROGETTI

Educazione stradale

Negli scorsi mesi alcuni dei nostri soci hanno avuto il piacere di confrontarsi con i ragazzi di terza dell’ Istituto Comprensivo di Trezzo sull’Adda. Saranno i prossimi a poter aver il patetino per girare in sella ai loro primi scooter, e la nostra associazione si è offerta per spiegare loro cosa realmente significa muoversi su una moto.

Un percorso semplice ed informazioni dirette per arrivare direttamente alla coscienza di ciascuno e far capire loro il piacere delle due ruote (che per noi è immenso) ma anche tutte le attenzioni che bisogna avere quando si guida.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha inserito lo studio dell’Educazione civica col nome di “Cittadinanza e Costituzione” e in diverse occasioni ha sottolineato l’importanza di questa disciplina intesa anche come insegnamento dell’educazione stradale.

Sia la richiesta europea che le indicazioni ministeriali sono state recepite da molte Scuole Secondarie di I grado, in collaborazione con dei Moto Club e la Federazione Motociclistica Italiana proponendo agli alunni un percorso completo di educazione stradale rivolta ai motocicli.

L’intenzione è quella di contribuire attivamente ad aumentare nei ragazzi il senso di responsabilità siano essi pedoni, ciclisti o quando saranno alla guida di un motoveicolo.

 “METTIAMOCI IN MOTO!”:

“Il ciclomotore come non l’avete mai visto” è una nuova iniziativa per la Città di Trezzo sull’Adda che nasce dall’esperienza degli Istruttori di Educazione Stradale della Polizia Locale, maturata grazie ai diversi progetti di Educazione Stradale curati nel corso degli anni negli Istituti Scolastici di ogni ordine e grado e il Moto Club INSIEMEINMOTO con i suoi motociclisti che hanno maturato esperienza nella guida e nell’insegnamento della stessa.

Il progetto si rivolge ai ragazzi delle Scuole Secondarie di I grado che si approcciano all’uso del ciclomotore, coinvolgendoli in un confronto diretto e costruttivo, anche mediante l’utilizzo di supporti multimediali, sulle caratteristiche del mezzo, dei dispositivi di protezione individuali e sulle modalità cui attenersi per una guida più sicura.

Nello specifico la maggior attenzione che il conducente di una moto deve avere rispetto ai rischi più alti che comporta la guida sulle due ruote per la propria e altrui incolumità.

Le lezioni sono articolate su un programma teorico/pratico, riguardante la sicurezza in moto.

In particolare si parlerà delle caratteristiche del ciclomotore ed i relativi documenti di guida, del casco protettivo, come sceglierlo ed utilizzarlo, del vestiario che il motociclista deve utilizzare per la propria incolumità (casco, guanti, giacche con protezioni, paraschiena, pantaloni ed altre).

Inoltre si parlerà degli incidenti stradali, perché accadono e come ci si deve comportare sia per evitarli che per “gestirli”, delle condizioni psicofisiche del conducente. Si accennerà degli effetti dell’uso di alcool e di stupefacenti alla guida. La parte pratica si svilupperà sulla visione dei sistemi meccanici della moto e il loro utilizzo.

Ulteriore punto d’arrivo del progetto è una prova pratica nella massima sicurezza durante la   Manifestazione “Bambini in Moto” che si terrà nel mese di maggio 2020 dove i ragazzi potranno avere la possibilità di utilizzare delle mini moto per avere il primo approccio in sella ad un motociclo.

Obiettivo di “METTIAMOCI IN MOTO!”: è far conoscere meglio ai ragazzi il veicolo che potrebbero apprestarsi ad utilizzare con i dispositivi ad esso correlati, coniugando questo con l’importanza del rispetto delle regole e delle normative, rendendoli così più coscienti e consapevoli dei rischi legati all’ambiente stradale.

Bambini in moto

Domenica 30 giugno a Trezzo (MI) oltre 60 bambini si sono alternati alla guida delle moto minicross LEM durante il corso gratuito Hobby Sport loro dedicato. Il Referente della Commissione Sviluppo Attività Sportiva, Andrea Marnoni, e i suoi collaboratori (Remo Fattori, Donato Corti, Luigi Colangiuli e Carlo Giani) hanno seguito i giovanissimi in ogni aspetto.
L’evento è stato organizzato dal Moto Club Insieme in Moto utilizzando un’area verde destinata all’insegnamento della guida sicura ai bambini. Il Presidente del sodalizio, Andrea Riccio, affiancato dai suoi validi collaboratori presenti in forze, ha contribuito alla buona riuscita dell’evento. Presenti e soddisfatte dell’operato, anche le personalità istituzionali del Comune di Trezzo. -FMI HOBBY SPORT-